201806.13
0

La Corte di Appello di Campobasso sopperisce alle omissioni del Tribunale dei Minorenni

Con decreto n. 212/2018 del 07.06.18 a Corte di Appello di Campobasso ha accolto il ricorso promosso dall’Avv. Cennamo, nella parte in cui si lamentava una omessa previsione di tempi e modalità di permanenza del minore presso uno dei suoi genitori dichiarato decaduto dal TM. In nome dell’ormai noto e tanto decantato interesse preminente del minore, la Corte territoriale ha dovuto, ancora una volta, sopperire alle omissioni del TM accogliendo le istanze di entrambi i genitori del minore volte a garantire a quest’ultimo un “equilibrato rapporto con entrambe le figure genitoriali”, nonostante una delle due sia stata dichiarata decaduta dalla responsabilità genitoriale.

Con questa importantissima pronuncia, la Corte ha aderito all’orientamento, ormai prevalente in dottrina e giurisprudenza, secondo il quale la decadenza non può e non deve vietare, se non in casi gravi e di pericolo per i minori, che i figli mantengano rapporti significativi con i proprio genitori. Privarli di tali rapporti, infatti, oltre a risultare punitivo per i genitori, provocherebbe nei figli danni enormi e irreparabili.